Chiamaci
3341218041 - 3476350759
Scrivici
info@kinesiofisioterapia.it
Orari
Lun-Ven 14:00-20:00

ll Metodo Bonori Trattamento Sclerosi Multipla e Parkinson NON si sostituisce alle cure farmacologiche, Il paziente deve continuare ad effettuare i controlli periodici dal proprio neurologo di fiducia e seguire le sue indicazioni terapeutiche.

Il Dr. Bonori fisioterapista osteopata visto gli ottimi benefici che i malati di parkinson ottengono con il suo metodo di lavoro utilizzando le onde d’urto sui muscoli e su specifici punti di agopuntura ha ideato un protocollo di lavoro simile anche per i malati di sclerosi multipla.

Ormai sono molte le evidenze scientifiche che spiegano i meccanismi d’azioni per cui questa è considerata oggi una terapia rigenerativa e per nulla pericolosa!!
Questa terapia è stata oggetto in questi anni di numerosi studi scientifici che hanno potuto documentare gli effetti locali sui tessuti attraversati dall’onda acustica, ma quali sono gli effetti sul sistema nervoso neurovegetativo quando la stimolazione con onde d’urto viene fatta su gran parte  corpo??!! Il Sistema neurovegetativo  regola la nutrizione, la riproduzione, il metabolismo, l’adattamento all’ambiente, controlla e regola tutti gli altri sistemi.
È quindi la chiave dell’omeostasi corporea, ovvero la capacità dell’organismo di essere in equilibrio e interagire armoniosamente con gli eventi della realtà interna ed esterna.
Partecipa alla regolazione delle difese immunitarie, modula l’interrelazione tra il Sistema Nervoso Centrale (movimento volontario e riflesso, equilibrio, automatismi di difesa), le funzioni psichiche (intelligenza memoria, pensiero, riflessione) e quelle endocrine.
Una qualsiasi modificazione dell’ambiente si riflette sull’organismo, quindi implica una variazione nell’equilibrio del Sistema Nervoso Autonomo che, a sua volta, creerà una risposta ( che per noi può essere anche negativa ma che per la salvaguardia del sistema corpo è quella più giusta in quella situazione) atta a influenzare l’ambiente circostante. Perchè il corpo ad un certo punto attacca se stesso ? Forse la qualità di quei tessuti ( mielina) è diventata scadente sta degenerando ( perchè magari a quei tessuti arrivano poche sostanze nutritive,sangue, ossigeno ecc..) e così per difesa quei tessuti vengono rimossi per preservare l’ambiente interno!
L’aspetto fondamentale è che questo sistema è totalmente incosciente e involontario. Attraverso una percezione immediata e diretta adatta continuamente le condizioni interne dell’organismo a quelle esterne, secondo il principio dell’omeostasi.
Esplica le sue funzioni attraverso due parti complementari e sinergiche: il simpatico e il parasimpatico.
Ma cosa succede se questo sistema è in disequilibrio , se l ‘attività del sistema ortosimpatico è preponderante  sul parasimpatico ? La malattia  è una logica conseguenza di questa disarmonia predisponendo l’organismo a malattie autoimmunitarie, gastrointestinali, degenerative, cardiovascolari, dismetaboliche ecc..
Il metodo Bonori stimola il corpo all’omeostasi
Il termine omeostasi definisce la capacità di autoregolazione degli esseri viventi, tutti i meccanismi vitali, per quanto siano vari, non hanno altro che un fine costante: quello di mantenere l’unità delle condizioni di vita dell’ambiente interno”.
Quando vengono meno questi meccanismi vitali come il funzionamento del sistema neurovegetativo (ortosimpatico e parasimpatico) il quale controlla tutti gli altri sistemi come il cardiovascolare , fasciale, neuro-muscolare, immunitario e poi via via gli altri nasce la malattia.
Si tratta di un innovativo approccio terapeutico che utilizza le onde d’urto con uno speciale protocollo su determinate zone e punti del corpo con l’effetto in primis di stimolare il sistema neurovegetativo ad un riequilibrio . Le onde d’urto si sa generano grandi effetti biochimici e neuromodulatori , ma mai nessuno aveva pensato di utilizzarle in modo così totalitario per avere effetti sistemici .E i risultati possono essere sorprendenti già dopo poche sedute come potete vedere dai video che potete trovare sul mio sito web studiofisiotek.com o la mia pagina facebook .
Quindi il mio Metodo apre nuove possibilità di cura non solo per la sclerosi multipla ma per altre malattie ( autoimmunitarie, dismetaboliche , cardiovascolari )in futuro sicuramente si potranno studiare gli effetti del mio Metodo facendo studi con ecodoppler, elettromiografia, risonanze magnetiche , esami ematochimici ecc.. prima e dopo aver effettuato alcuni trattamenti.
Ci vorranno anni perchè il mio Metodo possa essere validato della comunità scientifica, peraltro io stesso ho iniziato un progetto guidato dal Dott. Massimiliano Gobbo Neurofisiologo e Ricercatore dell’Università di Medicina di Brescia, però già da ora i malati hanno la possibilità di beneficiare dei miei trattamenti.